Lo zenzero è una spezia dalle molteplici proprietà, utilizzata in cucina per insaporire pietanze e dolci, ma anche in ambito fitoterapico e medico per alleviare e curare alcune malattie e disturbi legati prevalentemente al sistema gastrointestinale. Si trova in varie forme: radice, olio essenziale, essiccato o in polvere.

Esso presenta diverse proprietà che agevolano il dimagrimento, è infatti un ottimo diuretico, depurativo e drenante in quanto contrasta la stagnazione dei liquidi, stimola il sistema linfatico e favorisce l’espulsione delle tossine grazie alla presenza di gingerolo e shogaolo. Inoltre è un ottimo termogenico, ovvero un alimento che favorisce la formazione di calore e consente quindi di bruciare le calorie più velocemente.

L’apporto calorico dello zenzero è molto basso, circa 80 calorie per 100 grammi, inoltre è ricchissimo in fibre, vitamine del gruppo B e sali minerali che aiutano a velocizzare il metabolismo, riducendo il senso di fame e regolarizzando l’assunzione di cibo.

Lo zenzero, come tutte le piante officinali, deve essere usato con oculatezza, senza mai esagerare nelle dosi, in quanto potrebbe procurare effetti contrari a quelli desiderati come: bruciore di stomaco, aumento dei gonfiori intestinali e relativi gas, stitichezza ed inoltre potrebbe esasperare ulcere e gastriti anziché alleviarle, per la forte presenza di gingerolo.